mercoledì 15 novembre 2017

Le Anime Morte - Gogol

A dispetto del titolo un po' lugubre, “Anime morte” è un libro carico di ironia. Pubblicato nel 1842 questo romanzo narra le comiche disavventure dell'affabile Consigliere di Collegio Pavel Ivanovič Čičikov a caccia di anime morte in giro per l'Impero russo del 1820. “Anime” erano i contadini servi della gleba che lavoravano per i proprietari terrieri, e acquistare da questi ultimi quelli deceduti ma ufficialmente ancora in vita in base all'ultimo censimento sembra a Čičikov un affare vantaggioso, sebbene ai limiti della legalità. Čičikov punta così a crearsi, con il minimo sforzo, un numero di servitori ("fantasma") elevato al punto tale che, ipotecandoli, si possa costituire un grosso capitale. L'obiettivo successivo sarebbe quello di comprarsi una tenuta e realizzare così il sogno di diventare proprietario terriero.

Questo libro l'ho assaporato davvero. Ogni giorno in pausa pranzo ne ho letto un paio di capitoli. Devo ammettere che mi veniva ancora piú fame a leggere dei pranzi a base di storione, pasticcini ripieni, salmone, selvaggina varia e ogni altro ben di Dio innaffiato da vodka a cui i vari personaggi, anche quelli oppressi dai debiti, difficilmente rinunciano (lo spirito di ospitalità russo del tempo sembra davvero impareggiabile).

Il romanzo è anche un interessante viaggio nel tempo, tra usi e costumi che non esistono più e vizi sorprendentemente attuali.

“Tutta la mia vita è stata un vortice turbinoso o una nave fra i marosi, in balia dei venti. Io sono un uomo, Eccellenza!”.

# curiosità:
L'intenzione di Gogol' era quella di scrivere un grande poema seguendo il modello dantesco, diviso in tre libri, partendo cioè dagli aspetti negativi del popolo russo per arrivare alla salvezza interiore di questi ultimi, una vera e propria evoluzione dall’Inferno fino al Paradiso. Purtroppo “Le Anime Morte” non era destinato ad avere vita facile. Dopo l’uscita del primo volume, Gogol’ rimane impressionato dai giudizi negativi ricevuti, si ammala di esaurimento nervoso ed impiega cinque anni a scrivere il secondo volume che poi brucerà integralmente a causa forse di una crisi mistica.
Prova a riscriverlo da capo ma non arriverà mai alla fine, il terzo libro non verrà mai alla luce.

giovedì 9 novembre 2017

The Girls - Emma Cline




La protagonista, Evie Boyd, é un'adolescente annoiata di cui a nessuno sembra fregare niente. Purtroppo per lei il destino la porterá a diventare parte di una comune di giovani feroci sotto la guida di Russell - un uomo incapace di amare, violento, istigatore alla prostituzione e cosí abile nel leggere nei cuori delle ragazze che si fa passare per carismatico. 

Evie viene trascinata in un vortice senza uscita che la rende dipendente da questa nuova famiglia. Lei é pronta ad accettare tutto pur di non fare torto alle sue nuove sorelle e fratelli, accetta anche le botte, l'aprire le gambe in regalo per sconosciuti, introfularsi in case altrui e derubarne i proprietari. Il prezzo da pagare per stare al passo con la Russell Family diventa sempre piú alto.

Un libro che volevo leggere da tempo. Non sapevo fosse giá un besteller e che prendesse spunto dalla macabra storia della Manson Family. Ricordo che quando l'ho preso mi aveva incuriosito il titolo e giá le prime righe mi avevano colpito!

Alzai gli occhi per via delle risate, e continuai a guardare per via delle ragazze. Notai prima di tutto i capelli, lunghi e spettinati. Poi i gioielli che brillavano al sole. Erano in tre, così lontane che vedevo solo la periferia dei loro lineamenti, ma non importava: capii subito che erano diverse da tutte le altre persone del parco.

Purtroppo il resto del libro é stato un disastro per me. Ho fatto davvero fatica a portare a termine la lettura nella speranza che alla fine succedesse qualcosa in questo libro che di bello ha forse solo qualche descrizione. La protagonista non sono riuscita nemmeno a sopportarla, perché seppur quattordicenne avrebbe dovuto capire in che razza di luogo fosse finita.

Il libro sarebbe stato interessante se si fossero indagate le psiche e il senso di appartenenza di queste ragazze alla comune. Quale storia si cela dietro quei visi? Come sono arrivate al ranch di Russell? Come vivono col distacco emotivo verso i propri figli? Che cosa fa Russell per attirarle tanto? (perché nel libro lenpoche volte che appare, o prende a sberle una o molesta un'altra).

Evie ha piú volte la possibilitá di uscire da questa comune e tornare alla sua vita di sempre, peró la sua nuova famiglia le offre compagnia, amicizia (ma anche botte e violenza sessuale) mentre nella vita di sempre l'aspetta l'internato, genitori assenti e una migliore amica che non le parla piú. Magari per un adulto sembrano problemucci normali e superabili ma per un'adolescente come Evie sono peoblemi della dimensione di una montagna. Anche per questo penso che a Evie servivesse una figura forte accanto, una persona da imitare per poi prendere la propria strada. Questa persona modello purtroppo Evie la trova in Suzanne, una ragazza del tutto plagiata da Russell ma che sa riconoscere in tempo come Evie non appartenga a quel mondo fatto di furti, violenza e fughe.

giovedì 27 aprile 2017

Wayward Pines - Blake Crouch

Se state pensando di leggere questa trilogia vi consiglio di prendervi subito tutti e tre i volumi! :) La storia é avvincente, con molta tensione e colpi di scena! Non voglio raccontarvi molto per non rovinarvi lo charm della storia.

L'autore, Blake Crouch, ha saputo mischiare in modo eccellente l'horror, il thriller dalla crescente tensione e la science fiction. La serie tv si basa sul primo libro anche se per alcune cose (soprattutto per i personaggi) si sono discostati dalla storia. A me sinceramente sono piaciuti sia la serie che i libri. Anche se in quest'ultimi la brutalità e la violenza sono molto più forti che nella serie e mi hanno impressionato molto. Alcuni dei personaggi sono di una cattiveria che non mi so spiegare e li ho trovati per questo poco realistici. In altri era più chiaro il perché del loro modo di pensare e di agire.


I libri sono molto scorrevoli e divisi in capitoli abbastanza corti che permettono di vedere l'intera storia vissuta da più punti di vista.



Crouch è un fan di Twin Peaks  e ha cercato di rendere omaggio alla serie con questa sua trilogia. In entrambi i casi ci troviamo in una città piena di misteri e di personaggi caratteristici.